Detrazione fiscale del 65% fino al 31 Dicembre 2013

A partire dal 1 luglio 2013 fino al 31 dicembre 2013 privati e condomini potranno usufruire delle detrazioni fiscali del 65%. Le condizioni tecniche ( limiti di trasmittanza termica ) rimangono invariate.Il nuovo D.L. 63/2013, pubblicato su G.U. n. 130 del 5 giugno 2013 ha approvato la proroga delle detrazioni relative agli interventi di riqualificazione energetica.

Chi può usufruirne
Possono usufruire della detrazione tutti i contribuenti residenti e non residenti, anche se titolari di reddito d’impresa, che possiedono, a qualsiasi titolo, l’immobile oggetto di intervento.
In particolare, sono ammessi all’agevolazione:

  • le persone fisiche, compresi gli esercenti arti e professioni
  • i contribuenti che conseguono reddito d’impresa (persone fisiche, società di persone, società di capitali)
  • le associazioni tra professionisti
  • gli enti pubblici e privati che non svolgono attività commerciale.

ATTENZIONE
Non possono usufruire dell’agevolazione le imprese di costruzione, ristrutturazione edilizia e vendita, per le spese sostenute per interventi di riqualificazione energetica su immobili “merce”.

Aliquota Iva applicabile
Le cessioni di beni e le prestazioni di servizi poste in essere per la realizzazione degli interventi di riqualificazione energetica degli edifici sono assoggettate all’imposta sul valore aggiunto in base alle aliquote previste per gli interventi di recupero del patrimonio immobiliare, in particolare:

  • per le prestazioni di servizi relativi a interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria realizzati su immobili residenziali, è previsto un regime agevolato con applicazione dell’Iva ridotta al 10%
  • per le cessioni di beni l’aliquota ridotta si applica solo quando la relativa fornitura è posta in essere nell’ambito del contratto di appalto.

Tuttavia, se l’appaltatore fornisce “beni di valore significativo”, l’aliquota ridotta si applica a tali beni solo fino a concorrenza del valore della prestazione (considerato al netto del valore dei beni stessi).

Interventi sugli involucri degli edifici
Per tali interventi il valore massimo della detrazione fiscale è di 60.000 euro. Si tratta degli interventi su edifici esistenti, parti di edifici esistenti o unità immobiliari esistenti, riguardanti strutture opache orizzontali (coperture, pavimenti), verticali (pareti generalmente esterne), finestre comprensive di infissi, delimitanti il volume riscaldato, verso l’esterno o verso vani non riscaldati, che rispettano i requisiti di trasmittanza “U” (dispersione di calore), espressa in W/m2K, definiti dal decreto del Ministro dello Sviluppo economico dell’11 marzo 2008 e successivamente modificati dal decreto 6 gennaio 2010. I parametri cui far riferimento sono quelli applicabili alla data di inizio dei lavori. In questo gruppo rientra anche la sostituzione dei portoni d’ingresso a condizione che si tratti di serramenti che delimitano l’involucro riscaldato dell’edificio, verso l’esterno o verso locali non riscaldati, e risultino rispettati gli indici di trasmittanza termica richiesti per la sostituzione delle finestre (circolare dell’Agenzia delle Entrate n. 21/E del 23 aprile 2010). Gli infissi sono comprensivi anche delle strutture accessorie che hanno effetto sulla dispersione di calore (per esempio, scuri o persiane) o che risultino strutturalmente accorpate al manufatto (per esempio, cassonetti incorporati nel telaio dell’infisso).

Confermata anche la procedura per usufruire della detrazione: bonifico bancario o postale, asseverazione di un tecnico abilitato, attestato di certificazione o qualificazione energetica ove richiesto e scheda informativa relativa agli interventi realizzati.

In particolare:

  • SCADENZA: è stata prorogata fino al 31.12.2013 per interventi eseguiti dai privati e fino al 30.6.2014 per interventi condominiali;
  • PERCENTUALE IN DETRAZIONE: la misura della detrazione è stata elevata dal 55% al 65%;
  • DECCORRENZA: 6 giugno 2013. Le spese documentate sostenute dal 6 giugno 2013 e fino al termine di scadenza dell’agevolazione, beneficiano della nuova detrazione del 65%;
  • COMPETENZA: è stato precisato che per individuare il periodo di sostenimento delle spese deve farsi riferimento al principio di cassa (data di pagamento) per i privati, ovvero al principio di competenza per le imprese.

Inoltre, che resta fermo il periodo di ripartizione della detrazione nella dichiarazione dei redditi in 10 quote annuali di pari importo.

Per approfondire l’argomento vi riportiamo al manuale dell’Agenzia delle Entrate al seguente link:

 

Via dell'Industria, 19 (Zona Industriale), 73056 TAURISANO (Lecce) Italy Tel./Fax: +39 0833.621784 Partita Iva: 04542450756
Leggi l'Informativa sulla Privacy
© Aerre Bitonti Home s.r.l.
Created by Giuseppe Ciullo